Leon Cino – BALLERINO


Leon Cino è nato a Tirana (Albania) dove ha frequentato l’Accademia Nazionale di Danza dal 1993 al 1996. Nonostante la sua giovane età, in quegli stessi anni, è stato ospite al Festival della Penisola Balcanica e in diverse trasmissioni televisive albanesi. Nel 1997 si è trasferito con la famiglia a Milano, in cui dopo aver frequentato la scuola di danza del Teatro Carcano, viene ammesso alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala ottenendo tre prestigiose borse di studio.
Nel 2001, subito dopo il diploma, Leon si è trasferito negli Stati Uniti dove è entrato a far parte del Tulsa Ballet per poi arrivare, all’ inizio della stagione successiva, al Pacific Northwest Ballet. Il suo repertorio include: “Don Quixote“ (Petipa), “Going for Baroque” (Val Caniparoli, che ha poi creato per lui “Misa Crolla” ), “Ressamblement” (Nacho Duato), “Fingerprints” (Stanton Welsh), “Celts” (Lila York), “Carmen” (Amedeo Amodio).
Rientrato in Italia nel 2003, ha partecipato e vinto la terza edizione del programma televisivo “Amici” condotto da Maria De Filippi. Nel 2004 ha ricevuto il Premio Internazionale Gino Tani per le arti dello spettacolo e successivamente è stato protagonista del musical “Footlose”, presente per due stagioni sui palcoscenici delle maggiori città italiane e del musical “Io Ballo” diretto da Chicco Sfondrini e Patrick Rossi Gastaldi.
Leon ha inoltre lavorato anche in ambito cinematografico. Tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film La città invisibile (2010) di Giuseppe Tandoi dove ha interpretato la parte di Sorin e nel film Nous et Lenine (2007) di Saimir Kumbaro.

Torna alla pagina Ballerini & Coreografi