13.08.2016

UN CONCERTO AL VATICANO PER MADRE TERESA DI CALCUTTA IL 3 SETTEMBRE CON ARTISTI ALBANESI

Il prossimo 4 Settembre 2016, la Beata Madre Teresa di Calcutta, la suora albanese fondatrice della Congregazione Missionarie della Carità, Premio Nobel per la pace 1979, che dedicò la vita “ai più poveri dei poveri”, sarà proclamata Santa da Papa Francesco.
In concomitanza della consacrazione e per celebrare l’evento storico che unisce tutti coloro che si riconoscono nel messaggio della grande Madre , la sera del 3 Settembre si terrà un concerto in beneficenza con la partecipazione di importanti artisti e personalità di origine albanese. Tra i nomi ricordiamo
Rita Ora, Bujar Llapaj, BakiJ Ashari, Genc Tukiqi, Inva Mula, Ermonela Jaho, Sajmir Pirgu, Gezim Myshketa, Shkelzen Doli, Rame Lahaj, ospiti anche Ismail Kadare, Majlinda Kelmendi, Lorik Cana.
Il concerto dalla durata di circa 90 minuti avrà luogo in Vaticano, presso la Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura, a partire dalle 19,30, vedrà il suo acme nella presentazione dell’Inno dedicato a Madre Teresa, interpretato dalle personalità sopra citate, con la partecipazione dei cori delle orchestre di Albania e Macedonia, sotto la direzione artistica di Bujar Llapaj della filarmonica del Kosovo. Il concerto è organizzato dalla Fondazioni Eparchia del Kosovo, e dalla Fondazione Culturale Madre Teresa di Calcutta.
Davide Ndoj, Direttore dell’agenzia Ndoj.it, manager del giovane e già affermato Baritono Gezim Myshketa ha dichiarato.”Con grande commozione partecipiamo a questo evento dall’altissimo afflato morale che coinvolge la nazione albanese e tutto il mondo. L’esempio che Madre Teresa ci ha lasciato vivrà e sarà costantemente avverato , se pensiamo agli esodi dei popoli migranti, (proprio in questi giorni abbiano contato il 25 ° anniversario della nave Vlora), e assistiamo quotidianamente alla tragedia dei profughi in fuga da territori devastati dalle guerre in Medio Oriente. Il patrimonio d’amore di inestimabile valore donatoci da Santa Madre Teresa accompagni sempre il nostro agire verso fratelli più sfortunati”.

About The Author

ndoj.it

Comments are closed.